3°EDIZIONE CONCORSO NAZIONALE 2011/2012

Uomini Liberi nella coscienza nazionale. Dalla guerra alla Repubblica (1940/1948). Percorsi di educazione alla cittadinanza


La Seconda guerra mondiale è l’avvenimento che più ha scalfito la storia dei popoli europei. In questi anni e nei primi del dopoguerra, l’Italia compie la sua transizione dalla dittatura alla democrazia. L’impegno della società civile fu fortissimo e multiforme nelle sue varie espressioni, fu un impegno che si espresse anche sul piano politico. Ci troviamo di fronte a una pluralità di memorie (famigliari, di gruppi sociali, regionali, di appartenenze religiose, culturali) la cui ricchezza non deve andare perduta: tutte concorrono alla costruzione della memoria comune.
Nel contesto di questi avvenimenti, quegli uomini che hanno saputo ascoltare e dar credito a ciò che appariva evidente alla coscienza e che corrispondeva alle ragioni del cuore, gli Uomini Liberi, hanno svolto un ruolo decisivo. Nella sequela delle loro azioni possiamo penetrare in una realtà difficile da ricostruire, perché controversa e problematica, ma proprio per questo importante per la storia nazionale. Il valore del loro operare va considerato anche in rapporto alla ricostruzione del tessuto sociale lacerato dalla guerra civile, punto di partenza per la nascita di rapporti  rinnovati. La democrazia, infatti, si può instaurare in una società riconciliata, mentre non può attecchire in una situazione in cui la prevale la conflittualità ideologica. Per essersi opposti a un progetto totalitario, molti di questi uomini hanno perso la vita.

 Con queste finalità e per promuovere nelle scuole tale direzione di ricerca, valida base per percorsi di cittadinanza attiva, viene bandito il presente concorso dal Liceo Scientifico “E. Fermi” di Bologna per l’Accordo di Rete “Storia e Memoria” in collaborazione con il Centro Internazionale di Didattica della Storia e del Patrimonio (Università degli Studi di Bologna), Linea Temponline, l’Associazione DIESSE, Didattica ed Innovazione Scolastica, l’Associazione TulipProject, la Fondazione “Russia Cristiana, la Fondazione Karta, la Casa dell’Incontro con la Storia di Varsavia, l’Istituto di Storia “Nicolae Iorga” dell’Academia Romena, l’Asociatia “Aldo Moro” di Bucarest, l’Associazione Internazionale storico – educativa in difesa dei diritti umani “Memorial” di Mosca.

E’ stato richiesto al Ministero della Pubblica Istruzione il riconoscimento per le eccellenze.


Iscrizioni entro il 30 novembre 2011


Bando del Concorso Nazionale
Regolamento
Modulo di adesione
Volantino in A4 da scaricare